Creative Commons…un Copyright limitato…

Abbiamo detto che il copyright comprende tutti i diritti riguardanti un opera, quindi il diritto di paternità (è lui il creatore dell’opera), i diritti patrimoniali (i soldi che si possono fare vendendo l’opera, la decisione di dove e quando far fruire l’opera e a che prezzo), il diritto di opere derivate (nessuno eccetto l’autore può creare opere derivate dall’attuale opera).

Ma se io non volessi TUTTI questi diritti sull’opera? se ne volessi solo alcuni? Come faccio a dire: questo lo potete fare, questo no?!? Se volessi ad esempio dire che tutti possono fruire quest’opera liberamente, ma che non devono fare opere derivate?

Per questo esistono le Licenze Creative Commons.

Le Creative Commons sono una serie di Licenze complementari al Copyright (da ora in poi nel testo mi riferirò ad esse come CC). Il copyright sta per:”Tutti i diritti riguardo a quest’opera sono riservati all’autore”. Le CC stanno per: “ALCUNI diritti riguardo quest’opera sono riservati all’autore”. Questo vuol dire che si concedono ALCUNI usi dell’opera stessa. Voi quindi “siete liberi di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest’opera” (come recitano le licenze).

Quindi se il Copyright può essere associato ad un semaforo rosso, Le CC possono essere associate al giallo…Per la precisione a varie tonalità di giallo, perchè esistono più licenze CC che lasciano più o meno libertà.

Le licenze sono facilmente comprensibili attraverso 4 simboli, che combinati fra di loro possono dar vita a varie licenze:

simboli-cc

Quando vicino ad un opera vedete il primo simbolo, significa che la potete usare, a patto che citiate l’autore dell’opera. Quando vedete il secondo simbolo significa che la potete usare a patto che non ne ricaviate guadagni. Il terzo simbolo significa che potete usare l’opera, ma non ne potete ricavare guadagni. Il quarto simbolo indica che, se fate delle opere derivate dovete condividerla allo stesso modo, non potete quindi usare il Copyright, o una CC più restrittiva; quest’ultima opzione secondo me è particolarmente importante, perchè segna l’ “infettività” della licenza. Con questa opzione la licenza CC “infetta” tutte le opere derivate, creando una serie di opere liberamente fruibili sotto licenza CC, per questo secondo me è importante usarla.

La conbinazione di questa 4 simboli dà vita a più Licenze CC:

licenze-cc

Conoscendo il significato di questi simboli ora è semplice capire i diritti che concedono. La licenza CC-by-sa ad esempio, dice che potete fare ciò che volete dell’opera, anche creare un opera derivata e venderla, a patto che citiate l’autore dell’opera originale e che l’opera derivata sia rilasciata sotto licenza CC uguale o più liberale.

In Italia sono in vigore le licenze CC versione 2.5 , mentre altri paesi hanno già adottato le licenze v. 3.

Se ci avete fatto caso, le licenze CC obbligano a dichiarare la paternità dell’opera. Esistono delle altre licenze, in cui le opere vengono dichiarate di pubblico dominio, quindi non è neanche più necessario dichiarare la paternità delle opere per poterle utilizzare.

brochureccv2

Ed ora passiamo a qualche riflessione…

Su internet si trovano migliaia di opere (foto, video, articoli) create da persone che non hanno nessun interesse a riservare tutti i diritti. Il problema è che spesso non si specifica nessuna licenza per queste opere e in questo caso ad esse viene attribuito automaticamente il copyright. Per questo è bene specificare sempre la licenza, se diversa dal copyright.

Internet potrebbe essere molto più libero di quello che è se, ad esempio, tutte le opere presenti su un qualsiasi sito web fossero rilasciate automaticamente sotto licenza CC e, viceversa, fosse necessario indicare espressamente quando utilizzare il copyright. Se ad esempio fate una ricerca con Google Immagini, quasi tutte le immagini che usciranno saranno coperte da copyright, e quindi inutilizzabili…

Inoltre un opera con copyright, se ci pensate, è un opera finita, terminata, limitata. Nessuno può migliorarla, o continuarla. Un opera invece che è rilasciata sotto Creative Commons è un opera che è un punto di inizio, e può essere migliorata, completata…o superata, creando qualcosa di nuovo e diverso. Quindi se create un opera, perdete un minuto in più e specificate che la rilasciata sotto licenza CC…

La prossima volta vi spiego come “depositare” un opera con relativa licenza, e alcuni motori di ricerca per CC…

Vi lascio ad un video

Un altro video, e ancora un altro

Alla prossima…

P.S. Avete notato sulla destra e in cima, sotto che licenza è distribuito questo sito e i suoi articoli?! 😀

Annunci

One Response to Creative Commons…un Copyright limitato…

  1. walter ha detto:

    Scusami se sono un pò di coccio…ma se licenzio per dire delle mie canzoni e metto come licenza by nc sa
    non autorizzo il commerciale. ma se l’interessato vuole guadagnare con una mia opera può farlo se mi da dei compensi o no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: